Migranti, la Diciotti bloccata. Salvini: "Sbarcano solo se vanno in galera"

13 Luglio, 2018, 19:07 | Autore: Menodora Allio
  • Migranti, la Diciotti bloccata. Salvini:

E ancora la revisione delle missioni navali nel Mediterraneo che di fatto, ha detto, aiutano il traffico di esseri umani. Poi la richiesta: "Le autorità della Repubblica di Malta ottemperino con la massima urgenza alle proprie responsabilità in materia Sar, attivando gli appropriati interventi operativi ai quali la Guardia costiera italiana potrà fornire assistenza, ai sensi della Convenzione di Amburgo".

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini da Innsbruck parla della Diciotti proprio negli stessi minuti in cui la nave con 67 migranti a bordo sta attraccando nel porto di Trapani. L'approdo è previsto in serata secondo quanto riferiscono fonti del ministero dei Trasporti.

La posizione del ministro dell'Interno era stata dura: "O hanno mentito gli armatori denunciando aggressioni che non ci sono state e allora devono pagare, o l'aggressione c'è stata e allora i responsabili devono andare in galera". "Fino a che non avrò queste garanzie non ci sarà nessun sbarco".


"Prima di concedere qualsiasi autorizzazione - ha rincarato poi - attendo di sapere nomi, cognomi e nazionalità dei violenti dirottatori, che dovranno scendere dalla nave Diciotti in manette". L'incontro di oggi con Conte arriva dopo le frizioni di ieri tra il titolare del Viminale e quello delle Infrastrutture Toninelli.

20 avvisi garanzia per vicenda nave Juventa Intanto la Procura di Trapani ha notificato 20 avvisi di garanzia a componenti l'equipaggio della nave Juventa e a personale di Medici Senza Frontiere e Save the Children nell'ambito dell'inchiesta sul favoreggiamento dell'immigrazione clandestina che un anno fa portò al sequestro dell'imbarcazione dell'Ong tedesca Jugend Rettet. Aprire i porti a quelle che rispettano le regole, come sostiene Di Maio? Questa non è l'Italia che ho in testa.