Casa » Sport

Questo Vettel è leggendario La Ferrari può sognare il titolo

14 Luglio, 2018, 01:16 | Autore: Ave Pintor
  • Ferrari è l'estate di Silverstone a far fiorire la Rossa nel giardino Mercedes

Sebastian Vettel ha vinto "a casa loro" - leggi Mercedes e soprattutto Hamilton - in quel di Silverstone: un successo che vale doppio, come specificato dallo stesso Vettel nel team radio post traguardo. L'incidente viene messo sotto investigazione e Raikkonen si beccherà 10 secondi di penalità.

È tornata a sventolare la bandiera della Ferrari sul circuito di Silverstone: dopo 4 anni di dominio assoluto di Lewis Hamilton e della sua Mercedes, Sebastian Vettel alla guida della rossa ha stracciato tutti ed ha consolidato la sua leadership nella classifica del mondiale di F1 con 171 punti, a +8 su Hamilton (163), e tiene bene anche il compagno di squadra Raikkonen a quota 116. La rivalità tra Ferrari e Mercedes è ormai scoppiata, ma la mossa distensiva di Hamilton, pur se arrivata in leggero ritardo, mette un freno alla pioggia di accuse arrivata appena terminata la gara di Silverstone. "È stata una bella battaglia, ho spinto come un pazzo", ha detto poi Vettel. "Penso che i nuovi pezzi che abbiamo portato abbiano funzionato, sono molto buoni; per tutto il week end la macchina è stata competitiva, veloce in qualifica e solo un po' più lenta, in gara è stata grande". "Non ero sicuro se potevo completare la curva, ma ha funzionato molto bene e sono contentissimo".

Al termine dell'ultimo Gran Premio di Gran Bretagna, decimo appuntamento del mondiale 2018 di Formula Uno, Marc Genè ha fatto il punto della situazione ai microfoni di Mara Sangiorgio, sottolineando come la Ferrari lasci il Regno Unito guardando assolutamente il bicchiere mezzo pieno.


Una sessione non proprio brillante per la Red Bull. Daniel Ricciardo si mette in quinta posizione a 5 decimi da Vettel, mentre Max Verstappen è protagonista di un altro episodio.

Il finlandese ammette: "Ho avuto un bloccaggio e ho finito per prendere Hamilton, lui per colpa mia si è girato".

Kimi Raikkonen è quarto (1'28 " 054) alle spalle di Valtteri Bottas (+0.357) dal leader di giornata. Tutto con il torcicollo che lha tormentato per lintera gara: “Ladrenalina mi ha guarito. Lultimo è quello che ha dato vita al trenino rosso-nero di cui sopra. Mi sono preso i dieci secondi e sono tornato a lottare, è così che si fa. Il campione del mondo in carica aveva fatto segnare il miglior tempo in 1'27 " 487, precedendo l'altra Mercedes di Bottas (1'27 " 854) e il ferrarista Sebastien Vettel (1'27 " 998).